Crea sito

Cosa vuol dire vivere in una CASACLIMA?

Ricordiamo sempre che: Costruire un nuovo edificio significa innescare processi che interesseranno più generazioni e che non influenzeranno solo il costo di mantenimento e di gestione.

La scelta di materiali idonei e prestazionali, di tecnologie e sistemi impiantistici moderni ed efficienti, permette la realizzazione di abitazioni a bassissimo consumo energetico, i cosiddetti NZEB (Nearly Zero Energy Building – Edifici ad energia quasi Zero), che offrono, contemporaneamente, un elevato comfort termico invernale ed estivo e il rispetto dell’ambiente. Per un tale risultato, che soddisfi i futuri abitanti dell’edificio, è indispensabile soprattutto la cura e la progettazione preliminare dei singoli dettagli.

Venerdì 6 Dicembre 2019, alla presenza del proprietario Sig. Luca Pasquali, dei progettisti, delle imprese esecutrici e di autorità locali, è avvenuta la consegna della prestigiosa targhetta CasaClima per un nuovo edificio con struttura in legno progettato e costruito a Cesena (FC)  in località Tipano.

Il certificato energetico e la targhetta sono documenti rilasciati solo dall’Agenzia CasaClima di Bolzano o dalle proprie Agenzie Partner (Agenzia Aess – Agenzia per lo Sviluppo e l’energia Sostenibile di Modena per Emilia Romagna), enti pubblici, o partecipati, non coinvolti direttamente nel processo edilizio e quindi “super partes” ed in grado di attestare la qualità ed il confort di un nuovo edificio. La targhetta Informa in modo chiaro e trasparente sul comportamento energetico dell’edificio.

L’Agenzia CasaClima, in qualità di ente terzo, non coinvolto nella progettazione e/o realizzazione dell’immobile, tutela gli interessi di chi prende in affitto o acquista un’abitazione.

La certificazione energetica CasaClima è un processo di attestazione di qualità, dedicato ai nuovi edifici. In Emilia-Romagna è su base volontaria, pertanto non sostituisce, ma integra, la certificazione energetica prevista dalla normativa Regionale.

Nella città di Cesena ed in Emilia Romagna in generale, sono ancora purtroppo pochi gli edifici certificati anche se il loro numero è in costante aumento.

L’edificio in questione, “Casa Pasquali” è il primo, sul territorio romagnolo di  Cesena, costruito con struttura in legno e coibentazioni in materiali “naturali” (cellulosa e fibra di legno).

I tecnici che hanno seguito l’iter certificativo e progettuale sono l’Ing. Luigi Battistini, consulente CasaClima di Cesena ed il Progettista e Direttore Lavori geom. Luigi Foschi titolare dello studio Case in legnonaturale a Cesena, mentre l’illuminato proprietario è il signor Luca Pasquali.

Ecco alcune considerazioni dell’Ing. Battistini (Consulente Energetico e referente CasaClima per il Progetto): “Certificare un edificio secondo gli standard CasaClima significa garantire allo stesso un valore aggiunto a dimostrazione dell’eccellenza energetica e qualitativa dell’edificio. Il punto di forza dell’iter di certificazione CasaClima, è una sinergia tra progettista ed Ente Certificatore a garanzia del risultato finale. Grazie ad una continua interazione di tutte le figure coinvolte sin dalle prime fasi della progettazione vengono monitorate alcune delle questioni chiave per l’ottenimento della certificazione quali, ad esempio, i controlli in fase di progetto e in cantiere, e i test di tenuta all’aria (Blower Door Test).”

L’INVOLUCRO EDILIZIO DI UNA CASACLIMA

Il Geom. Lugi Foschi, progettista dell’intervento e direttore lavori ci illustra le caratteristiche tecniche dell’involucro di “casa Pasquali”:

“L’edificio è caratterizzato da una struttura portante in legno a telaio, coibentato al suo interno con 18 cm di cellulosa mediante l’utilizzo dell’l’innovativo sistema di insuflaggio “a camera aperta” della Ditta LignoAlp di Bressanone, e con un cappotto esterno in fibra di legno da 6 cm ad alta densità.

 Il tetto a vista invece, è stato isolato con altri 26 cm di isolante in fibra di legno, successiva camera di ventilazione e manto in tegole. 

Tetto a vista in legno naturale

Per completare l’involucro, la scelta degli infissi è caduta su serramenti estremamente prestazionali con telaio in legno-alluminio.

I serramenti montano inoltre un triplo vetro e canalina a giunto caldo “warm edge”, per garantire una maggiore uniformità di prestazione rispetto alle pareti opache e creare un involucro, nel suo insieme, ad altissime prestazioni energetiche e bassissimi consumi.

Anche la platea in c.a. (fondazione) verso terra è stata isolata con uno strato di XPS (isolante sintetico).

L’involucro è stato progettato e curato nei minimi dettagli per garantire l’assenza o la massima mitigazione dei ponti termici (punti di discontinuità dell’isolamento)”.

CONCEPT IMPIANTISTICO CASACLIMA

Il progettista termotecnico dell’intervento, Ing. Mirco Monti ci illustra il complesso, un efficiente sistema impiantistico di cui è dotata il fabbricato:

“L’impianto per la climatizzazione e il ricambio dell’aria dell’edificio è costituito da una pompa di calore, due unità canalizzate ed un’unità di Ventilazione Meccanica Controllata, ’allaccio al gas non è contemplato in questo edifico e tutti i generatori funzionano grazie ad energia elettrica.

L’eccellenza energetica e qualitativa dell’edificio è stata ottenuta anche grazie al supporto di due importanti aziende quali IRSAP e HIDROS.

Si stratta di un innovativo impianto “a tutt’aria”, in grado di garantire un’elevata velocità di messa a regime e di poter variare la temperatura in ogni singolo ambiente pur mantenendo costante il rinnovo dell’aria.

Adeguate canalizzazioni isolate, unite a diffusori d’aria di alto design e funzionalità provvedono a distribuire l’aria trattata in maniera confortevole ed a bassa rumorosità.

Un elegante e funzionale pannello di comando touchscreen, attraverso sensori dedicati posti nel plenum di distribuzione, provvede a gestire le temperature di ogni singolo ambiente con la possibilità di impostare differenti fasce orarie.

L’unità esterna della pompa di calore presenta una potenza frigorifera e una potenza termica rispettivamente pari 9,3 kW (per il raffrescamento degli ambienti) e 9,6 kW (per il riscaldamento degli ambienti).

Tali potenze si ottengono grazie a COP e EER (efficienze dei generatori elettrici) elevate.

La pompa di calore presenta infatti una classe energetica A++ ed un COP di 4.4.

HIDROS è l’azienda che ha fornito la pompa di calore ad alta efficienza con compressore D.C Inverter ad iniezione di vapore che Le consente di raggiungere e garantire in fase invernale, con temperatura di aria esterna di – 20°C una temperatura dell’acqua di +65°C.

Nel caso specifico è stata installata un’unità a 4 tubi reversibile, in grado di produrre contemporaneamente acqua calda o fredda per il circuito dell’impianto e acqua calda per il riscaldamento dell’acqua sanitaria sull’altro circuito.

Molto importante è l’elevata silenziosità (circa 34dBb di pressione sonora) che l’apparecchio raggiunge grazie all’adozione di particolari sistemi costruttivi e ad una coibentazione curata sin nei minimi particolari.

All’interno dell’edificio sono installate, come evidenziato in precedenza, due unità canalizzate che hanno una portata di 600 e 900 m3/h, una potenza termica di 4,2 e 6,05 kW e una potenza frigorifera di 4,7 e 6,3 kW. Esse presentano una batteria alimentata dall’impianto a pompa di calore sia in riscaldamento invernale che in raffrescamento estivo. L’aria trattata viene immessa in ambiente attraverso canalizzazioni. Queste due unità canalizzate sono abbinate all’impianto VMC, presentano quindi un doppio imbocco per immissione aria della VMC e ricircolo aria ambiente.

L’unità Ventilazione Meccanica Controllata è costituita da due ventilatori e da quattro bocche circolari per la mandata in ambiente, la ripresa in ambiente, l’espulsione esterna e la presa aria esterna. Sulla bocca della mandata in ambiente è presente un plenum di distribuzione dal quale si diramano due canali collegati alle due unità canalizzate installate.

Il canale della ripresa in ambiente è connesso ad un plenum dal quale si diramano le canalizzazioni che raggiungono gli ambienti dell’edificio per la ripresa dell’aria, questi canali risultano autonomi rispetto alla ripresa dell’aria delle unità canalizzate.

Gli unici elementi non alimentati “ad aria” sono i termoarredi ad acqua prodotta dalla pompa di calore, i quali sono installati nei locali “Bagno”.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DEGLI IMPIANTI

La produzione dell’acqua calda sanitaria è garantita da un serbatoio da 300 litri al cui interno sono presenti due serpentine collegate alla pompa di calore e ai pannelli solari in predisposizione (è presente anche un camino a legna che, quando è acceso, integra l’impianto di riscaldamento).

Per quanto riguarda il riscaldamento degli ambienti invece, la pompa di calore ha la funzione di refrigerare o riscaldare l’acqua che giunge alla batteria delle unità canalizzate. In tutti gli ambienti, ad eccezione dei bagni e della zona cucina, è presente un sistema di estrazione e di immissione aria trattata tramite le unità canalizzate, in questa maniera si garantisce la climatizzazione corretta ed efficace degli ambienti. La regolazione della portata d’aria in ogni singolo ambiente avviene tramite serrande installate all’interno delle unità canalizzate, le quali garantiscono, agendo sulle portate, anche consumi molto ridotti a livello energetico e di rumorosità.

Tramite l’impianto VMC si garantisce il ricambio dell’aria: le bocchette di mandata immettono aria nei locali “puliti” (zona giorno e camere da letto) le bocchette di ripresa sono installate nei bagni e nella zona cucina. Il sistema di ricambio dell’aria risulta essere sempre garantito anche se il ventilatore delle unità canalizzate non è in funzione: questo è possibile in quanto in questa condizione, la mandata in ambiente, tramite la VMC, avviene mediante un bypass presente nelle unità canalizzate, che consente mediante la VMC stessa di convogliare aria di rinnovo direttamente nei locali”, insomma il fabbricato è un vero gioiello anche dal punto di vista impiantistico oltre che dotato di un ottimo involucro.

Per informazioni e consulenze: 
Progettista Luigi Foschi cell. 339 5733261
[email protected]
SEDE: Case in Legno Naturale
Corte Don G. Botticelli, 51
Cesena (FC)

facebook

Seguimi su Facebook 


– – – – – – – – – – – –

Pubblicato da Luigi Foschi

Eco-geometra, progettista di Case in Legno, esperto Casa Clima J. Consulente in bio-edilizia e costruzioni a impatto zero, da quasi 20 anni lavora nel settore. Oggi, nel suo studio di progettazione a Cesena propone ai suoi attenti clienti soluzioni abitative in legno ad alte prestazioni energetiche. Per informazioni e consulenze: [email protected] Cell. 339 5733261

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: