Casa in legno: quanto costa?

Capita sempre più spesso ultimamente che le persone si avvicinino all’idea di vivere in una casa in legno con l’unico scopo di risparmiare ma è sbagliato.

Chi si avvicina al mondo delle case in legno non deve pensare solo al vantaggio economico ma anche al tipo di scelta ecologica e salutista oltre che di risparmio energetico e sui tempi di realizzazione dell’edificio.

Quanto costa una casa in legno?

I costi chiavi in mano di una casa in legno variano dai 1.400€ ai 1.800€ per metro quadrato, da calcolare sulla superficie lorda dell’immobile. Questa variabilità è dettata dai diversi livelli di finiture e dalla complessità del progetto architettonico ovviamente, ma è un buon range da tenere in considerazione ed è inclusivo delle fondazioni.
Detto ciò, è fondamentale entrare nell’ottica che scegliere di vivere in una casa in legno non significa avere un beneficio esclusivamente di tipo economico. È vero, mediamente chi sceglie una casa in legno risparmia oltre il 20% rispetto ad una casa tradizionale ed i tempi di realizzazione sono molto inferiori, infatti di solito in pochi mesi il fabbricato è finito. Una casa in legno è però un valore aggiunto anche in termini di impatto sull’ambiente, sui consumi e sull’inquinamento più di qualsiasi altra casa standard.

È importantissima quindi la consapevolezza su temi come lo sfruttamento del territorio, le risorse energetiche rinnovabili, i materiali da costruzione.

Le abitazioni in legno sono ecologiche, confortevoli, durature, sicure sismicamente, efficienti energeticamente. Solo come conseguenza di ciò si arriva a poter parlare di significativi vantaggi economici.
Una casa in legno è una soluzione ecologica, una buona risposta al tradizionale modo di costruire: basti pensare alle emissioni di CO2 di un edificio mal progettato, al microclima interno che si crea con materiali naturali come il legno piuttosto che con il cemento armato.
In una costruzione in legno, inoltre, si riducono i tempi di costruzione, montaggio e consegna perché le pareti sono composte da pannelli isolati prefabbricati e la casa è costruita a secco.
Un altro aspetto importante è quello legato al miglioramento della qualità dell’aria. Il legno ha un ottimo comportamento termo igrometrico, ciò significa che regola la percentuale di umidità presente nell’ambiente assorbendola quando è in eccesso e rilasciandola quando l’aria diventa troppo secca. Questo comportamento evita la formazione di muffa e permette di mantenere all’interno dell’ambiente domestico un clima salubre con aria pulita.
Il legno ha molte grandi proprietà, è un materiale ecologico e naturale ed è un grande isolante. Una costruzione in legno rappresenta il modo migliore per salvaguardare l’ambente poiché il suo utilizzo ha un impatto ambientale minimo. Con questo materiale naturale si può creare un ambiente domestico ben isolato che permetta di risparmiare nelle spese di riscaldamento e raffrescamento, riducendo i costi e le emissioni di anidride carbonica.

 

Luigi Foschi
Eco-geometra, Progettista di Case in Legno
Designer d’interni, Esperto CasaClima
Per informazioni e Consulenze Tel. 3395733261
Mail: [email protected]

– – – – – – – – – – – –

facebookSeguimi su Facebook 


– – – – – – – – – – – –

 Consigli di lettura per approfondire l’argomento:

Architettura Sostenibile - Libro
Vivere in una Casa Naturale

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Rifare Casa - Costruire e Ristrutturare Ecologicamente - Libro
Case Ecologiche
La Casa Ecologica - Libro
La Casa Ecologica
ABC dell'Ecologia
Ecologia Profonda
Laboratorio Ecologia - Libro
Ecologia del Risparmio - Libro

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Io lo Faccio da Me - Manuale di Ecologia Domestica - Libro

 

Precedente Demolizione e ricostruzione: pro e contro Successivo Costruzioni in balle di paglia: I PRO E CONTRO