Crea sito

Una casa in legno Classe A

Interni della Casa in Legno Classe A costruita sulle colline cesenati.
Interni della Casa in Legno Classe A costruita sulle colline cesenati.

Con questa intervista vi racconto l’esperienza di una giovane famiglia che ha scelto di allontanarsi dai ritmi, dai rumori e dall’inquinamento della vita cittadina e, con il mio aiuto, di costruirsi una casa in legno Classe A (ad alta efficienza energetica), immersa nel verde delle colline cesenati.

Ciao Paolo, con tua moglie Sandra e la vostra bambina vi siete da poco trasferiti nella vostra nuova casa. Che cosa vi ha spinto a cambiare così radicalmente il vostro modo di vivere, lasciando una città bella e vitale come Ravenna per isolarvi nelle colline di Cesena? 

Il nostro sogno era davvero quello di cambiare vita, in quanto sia io che mia moglie, venendo da una adolescenza vissuta in campagna, non siamo proprio riusciti ad abituarci alla vita di città, neppure nella bellissima Ravenna. Il luogo che abbiamo scelto per la nostra nuova casa ci regala pace e tranquillità, ma non ci sentiamo assolutamente isolati. L’unica scomodità deriva dal fatto che io continuo a lavorare a Ravenna, anche se con un mio collega di Cesena ci alterniamo l’auto e questo mi rende decisamente meno monotona la vita da pendolare.

Che cosa vi ha colpito del piccolo paesino di Luzzena, così da decidere di costruirci la vostra casa? 

E’ come se la casa fosse posizionata su un terrazzo naturale dal quale si può ammirare tutta la vallata. Il paesino di Luzzena in sé è costituito da poche case, una chiesa e un ristorante (di ottima qualità), quindi niente di speciale. Quello che ci ha effettivamente attirato è stata la possibilità di costruire una casa indipendente su 3000 metri di terreno con un prezzo accessibile per le nostre possibilità economiche.

Avete scelto di costruire la vostra abitazione in modo particolare: è totalmente in legno e con innovativi accorgimenti energetici. Puoi spiegarci quali? 

Grazie ai consigli del nostro “Eco-Geometra” Luigi, non utilizziamo combustibili né per il riscaldamento né per cucinare, infatti è tutto elettrico. Produciamo l’elettricità che ci serve per l’80- 90% dai pannelli fotovoltaici e i pannelli solari termici ci riscaldano l’acqua sanitaria. L’impianto di riscaldamento/raffreddamento è sostanzialmente costituito da un condizionatore con pompa di calore che riscalda o raffredda l’aria che viene distribuita nei vari ambienti con tubazioni flessibili a parete. L’aria circola grazie ad un elemento ventilante e, attraverso uno scambiatore di calore, l’aria che viene espulsa dall’abitazione cede quasi tutte le calorie (95%) all’aria pulita che viene immessa dall’esterno.

Vivete in questa casa da 24 mesi, quali sono le differenze più evidenti fra il vivere in una abitazione costruita in questo modo rispetto alla vostra casa di prima? 

Sicuramente la sensazione di calore che ci dona il legno e l’umidità praticamente inesistente sono le differenze più evidenti. Poi la comodità di avere una casa a un solo piano, con tetto in legno a vista, rispetto ai tre piani di prima, rende tutto più confortevole!

Ci sono stati problemi burocratici nelle richieste di permessi per la costruzione di una casa di questo tipo? 

Nel nostro caso no, abbiamo presentato in Comune il progetto della casa con le pareti esterne intonacate e non ci sono stati problemi. Questo ci permette anche di evitare la normale manutenzione che le pareti in legno di solito richiedono.

Le pareti esterne della casa in legno sono state intonacate e dipinte.
Le pareti esterne della casa in legno sono state intonacate e dipinte.

 

Il risultato estetico finale è davvero ottimo, la vostra è la casa che molti sognano: ecologica, autosufficiente e immersa nel verde. Puoi dirci se a livello economico è stata conveniente? 

Direi di si anche se rispetto al preventivo iniziale un pò i costi sono aumentati in corso d’opera, ma i preventivi difficilmente tengono conto di tutto e gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo!

Caratteristiche tecniche della casa in legno classe A 

L’obiettivo iniziale comune era quello di realizzare un fabbricato a basse emissioni con massima efficienza energetica. Partendo dal presupposto che dovevamo soddisfare le esigenze di una famiglia composta da 3 persone si è deciso di:

  • Orientare il fabbricato in modo da non avere nessuna apertura sulla facciata Nord, privilegiando invece le aperture (con grandi vetrate) nelle facciate esposte a Sud.
  • Progettare un fabbricato a un piano (per un totale di mq 150) con struttura portante in legno, isolato con materiali ecologici con elevate prestazioni, quali la fibra di legno, usata sia in parete che a soffitto.
  • Posare una platea in legno, anziché in cemento armato, che funge da pavimentazione in tutta la casa.
  • Usare la falda del tetto esposta a Sud come base per il posizionamento di pannelli solari termici e fotovoltaici, per una potenza totale di 6 Kw.
  • Prevedere, per il sistema di riscaldamento e raffreddamento, una serie di bocchette di ventilazione in ogni stanza. Le bocchette generano un ricambio di aria costante negli ambienti, senza bisogno di aprire le finestre, azzerando così le dispersioni invernali. Attraverso l’analisi di un termostato e l’ausilio di una pompa di calore, l’aria che entra dalle bocchette viene riscaldata in inverno e rinfrescata in estate.
  • Garantire il riscaldamento/raffrescamento della casa grazie all’installazione di una pompa di calore, collegata all’impianto fotovoltaico, che permette anche di avere acqua calda e fredda.
  • Avere acqua calda sanitaria in quantità grazie all’utilizzo di pannelli solari termici con accumulo di 500 litri d’acqua.
  • Utilizzare anche l’acqua del vecchio pozzo collegandolo agli impianti della casa grazie a un filtro di purificazione.

Il fabbricato è stato quindi valutato da un tecnico certificatore come CLASSE energetica A con un indice termico di 37 kWh/m2/anno. Basta pensare che la maggior parte delle abitazioni, anche costruite recentemente, hanno un indice termico 3 volte maggiore, e si posiziona in classe C o inferiore.

Quanto costa costruire una casa in legno classe A?

  • Fabbricato in legno di m2 150: 150.000 €
  • Impiantistica: 18.000 €
  • Elettricista: 3.500 €
  • Pannelli solari e fotovoltaici: 32.000 €
  • Fondazioni: 20.000 €
  • Fogne: 6.000 €
  • Allacciamenti: 1.500 €
  • Movimentazione terra: 3.000 €

Totale € 234.000 (prezzi risalenti all’anno di realizzazione: 2012)

L’articolo è stato pubblicato sulla rivista Vivi Consapevole 

– – – – – – – – – – –

Luigi Foschi – Esperto CasaClima
Per informazioni e consulenze scrivi a: [email protected]
È possibile prendere appuntamenti per consulenze a distanza
con videochiamata su Skype o Hangout su Google+


– – – – – – – – – – – –

 
facebookSeguimi su Facebook 


– – – – – – – – – – – –

 Consigli di lettura per approfondire l’argomento:

 

Guida alla Bioedilizia e all'Arredamento Ecologico

 

Guida alle Case di Legno

Voto medio su 5 recensioni: Buono

La Casa Ecologica

 

Pubblicato da Luigi Foschi

Eco-geometra e arredatore d’interni, appassionato di bioedilizia e costruzioni a impatto zero, da circa 15 anni lavora nel settore dell’edilizia. Ama il legno in tutte le sue forme e ha realizzato diversi sistemi di risparmio energetico e bioedilizia nella propria casa. Oggi propone ai suoi attenti clienti soluzioni ideali vivere la casa in naturale e senza sprechi di energia e denaro. È un esperto certificato da CasaClima J (Bolzano). Riceve nel suo studio a Cesena (FC). Per informazioni e consulenze: [email protected] Cell. 339 5733261

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: